Percorso 3 in barca: Da Battaglia Terme a Monselice navigando sui navigli medievali

Difficoltà: facile

Lunghezza: 6,2 km

Tempo previsto: 1 ora e 30 minuti circa

Il percorso inizia nei pressi della storica conca di navigazione di Battaglia Terme per giungere fino a Monselice, di fronte a Villa Pisani, ripercorrendo uno degli snodi idraulici più suggestivi del Veneto. All’altezza dell’Arco di Mezzo le acque del Canale Battaglia incontrano quelle del Canale Bisato, proveniente da sud, e confluiscono nel sottostante Vigenzone, dopo un salto spettacolare di oltre sette metri!

Itinerario 3 (3)

La storia della navigazione interna ha avuto un’importanza cruciale nelle dinamiche di organizzazione e trasformazione dei territori del Nord Italia e del Veneto in particolare. La secolare evoluzione delle pratiche nautiche ha fatto di Battaglia Terme uno dei porti fluviali più importanti d’Italia. Non è un caso che proprio al centro del paese, regolati dal manufatto idraulico denominato Arco di Mezzo, confluiscano e prendano avvio alcuni dei canali navigabili più antichi della regione: il Canale Battaglia (costruito tra il 1189 e il 1201), il Bisato (costruito tra il 1143 e il 1188) e il Vigenzone (realizzato nel corso del Duecento).

Il recupero della memoria e del valore patrimoniale dei paesaggi fluviali lungo i principali itinerari di navigazione risulta essere, oggi, una delle principali strategie per valorizzare le molteplici potenzialità che questo patrimonio offre non solo a livello culturale, ma anche turistico e ricreativo. È rilevante, in tal senso, la presenza proprio a Battaglia Terme del Museo della Navigazione Fluviale e del circolo remiero El Bisato: a loro si deve il recupero e la rivitalizzazione di diversi paesaggi d’acqua euganei, purtroppo trascurati in questi ultimi decenni. Il percorso proposto intende promuovere una certa tipologia di turismo, un escursionismo attento a una caratteristica propria delle vie d’acqua dismesse, ossia l’approccio itinerante. Ciò permette di guardare il territorio da una prospettiva diversa e consente all’escursionista di cimentarsi con mezzi e modalità di trasporto che erano consueti alle popolazioni locali e ai primi viaggiatori del Gran Tour in Veneto. In molti paesi europei il turismo fluviale costituisce un’ormai consolidata tipologia turistica che trae vantaggio dall’adeguata organizzazione e tutela di fiumi e canali. In quest’ottica, diversi paesi europei (Francia, Inghilterra, Germania, Norvegia, Spagna, Irlanda…) hanno iniziato a restaurare e valorizzare aree rurali minori, contraddistinte da vie d’acqua navigabili di notevole interesse storico-culturale e paesaggistico, ottenendo risultati davvero sorprendenti.

La partenza del percorso è prevista nei pressi della conca di navigazione di Battaglia Terme, sul tratto terminale del Canale Battaglia. Dopo aver attraversato il centro di Battaglia ed essersi lasciati alle spalle il già citato Arco di Mezzo e il bellissimo ponte in mattoni alla veneziana (detto ponte dei scaìni, ossia a gradini), si procede lungo il Canale Bisato in direzione Monselice. Durante il tragitto si potranno ammirare alcune splendide architetture, come Villa Selvatico o Villa Emo, e manufatti idraulici ingegnosi come il ponte-canale di Montaigne. Arrivati a Monselice, il punto di approdo si trova in corrispondenza di Villa Pisani e del circolo remiero di Monselice Remiera Euganea. La splendida villa, la cui facciata suddivisa da lesene e adornata da un timpano triangolare con lo stemma familiare è stata attribuita all’architetto Andrea Da Valle, costituiva per la famiglia Pisani un ideale punto di sosta nei viaggi da Venezia verso Padova e l’entroterra veneto.

Da dove partire: Il servizio di navigazione è garantito da diversi operatori, da marzo a ottobre. Sia Monselice che Battaglia Terme sono raggiungibili in macchina o in treno, vista la presenza di comode stazioni ferroviarie in entrambi i siti. Per informazioni contattare: Navigare con Noi 049 8809219 (info@navigareconnoi.it) o Delta Tour 049 8700232 (info@deltatour.it).