Percorso 6 a piedi: Dal folto bosco di foce al paesaggio agrario

Difficoltà: facile

Lunghezza: 9,5 chilometri circa

Tempo previsto: 2 ore e trenta minuti circa

A pochi passi dal polo balneare di Bibione è possibile fare una passeggiata all’interno di un ambiente naturalistico di elevato pregio, grazie alla presenza di un fitto bosco di pini neri, di affascinanti dune fossili, di estesi canneti e di numerose specie animali. Da segnalare il faro e la zona agraria ‘degli Istriani’.CASONI di LAGUNA 1

Seguendo il percorso pedonale che costeggia la spiaggia, in pochi minuti, si entra nel fitto di un bosco particolarmente affascinante, soprattutto per la biodiversità che ospita, nonostante sia a così poca distanza da un centro turistico densamente edificato. La foce del Tagliamento presenta alcune caratteristiche uniche, confermando quanto di buono il fiume promette durante tutto il suo percorso. Pini neri, lecci, ontani, canneti perifluviali, giunchi, ramarri, upupe, garzette, falchi pescatori, tartarughe palustri e raganelle riescono a dar vita, nei pressi del mare, a un pregevole e articolato biotopo. La varietà di flora e fauna si riflette anche nei molteplici paesaggi che si alternano in questo breve ma interessante percorso: dal paesaggio prettamente fluviale a quello delle dune, passando per quello litoraneo e finendo con quello agrario. La zona agraria è detta ‘degli Istriani’ poiché, negli anni Cinquanta del Novecento, decine di famiglie di esuli italiani dall’ex Jugoslavia vi si insediarono costruendovi una Cooperativa Agricola. Nella toponomastica stradale possiamo ancora leggere molti dei luoghi di provenienza di questi profughi. Passeggiare lungo queste strade è anche un’ottima occasione per vedere da vicino i numerosi orti e i campi coltivati dove crescono molti prodotti tipici (come l’asparago bianco), oggi legati a una fiorente attività.

Da dove partire:

La partenza è prevista da piazzale Zenit, nell’estremo lembo orientale del nucleo balneare di Bibione. Qui si può prendere il percorso pedonale che costeggia la spiaggia fino a una stradina asfaltata che ci accompagna lungo un viale costeggiato da pini marittimi. Proseguendo lungo questa stradina si arriva al faro attraversando l’area naturalistica. Arrivati al faro, si prosegue su una carrareccia sterrata che costeggia l’argine destro del fiume fino a incrociare via del Mare per poi proseguire lungo via Pola e fare ritorno a piazzale Zenit.