Percorso 9 in Bicicletta: Pedalando tra il Canale Bisato e il Monte Lozzo: il versante ovest dei Colli Euganei

Difficoltà: facile

Lunghezza: 24,1 km circa

Tempo previsto: 2 ore e 30 minuti circa

Partendo dall’ariosa piazza di Vo’ Vecchio, il percorso si snoda lungo le strade arginali che costeggiano i numerosi canali della pianura, tra il versante occidentale dei Colli Euganei e i Monti Berici. Punti di riferimento dell’itinerario saranno il sinuoso corso dello storico Canale Bisato e i profili vulcanici del Monte Lozzo.

itinerario-9-4

L’itinerario scorre per la quasi totale interezza lungo argini o stradine bianche che costeggiano i canali, a eccezione del tratto tra Cinto Euganeo e Fontanafredda-Valnogaredo (circa 4,5 km). La partenza è prevista dal piccolo centro di Vo’ Vecchio, antico borgo ancora ricco di fascino, strutturato attorno a una piazza vicino alla quale sorge la splendida Villa rinascimentale Contarini-Giovanelli-Venier. Come testimonia una lapide all’ingresso, la villa è anche tristemente nota per aver ospitato, durante la Seconda Guerra Mondiale, un campo di concentramento ebreo. Usciti dal piccolo centro si imbocca la strada che costeggia il Canale Bisato, costruito nel 1139 dai vicentini in guerra con i padovani per deviarvi le acque del Bacchiglione, fino a giungere al Monte Lozzo. Si noterà subito la caratteristica forma a cono del colle, che si staglia isolato dal gruppo degli Euganei. Qui si lascia momentaneamente l’argine del Bisato per compiere il periplo del Lozzo, in senso antiorario. Giunti al Castello di Valbona, avamposto medievale dei Carraresi, si prosegue costeggiando lo scolo Valbona fino a incrociare lo scolo Lozzo per seguirne l’argine in direzione di Lozzo Atestino, dopo aver attraversato un antico ponticello in mattoni. A Lozzo Atestino, all’altezza del sifone idraulico che consente al Bisato di passare sopra lo Scolo Lozzo, si riprende l’argine del canale verso Cinto Euganeo, lungo la ciclabile dei Colli Euganei, per 3 km. A Cinto Euganeo, presso la vecchia fornace si potrà visitare il Museo Geopaleontologico di Cava Bomba, che conserva il patrimonio archeologico industriale nonché le componenti della vecchia fornace. Superato il centro si imbocca una strada interna che, serpeggiando tra il Monte Gemola e il Monte Cinto, si addentra nel cuore dei colli tra affascinanti e dolci vallate, giungendo prima a Fontanafredda e poi a Valnogaredo. Ci si potrà così immergere in un paesaggio tipicamente collinare, coltivato a olivi e viti. Da Valnogaredo si ritorna quindi verso il Monte Lozzo: prima dell’abitato di Lozzo Atestino si imbocca sulla destra, in direzione nord, una tranquilla stradina asfaltata che si snoda lungo l’argine dello Scolo Lozzo. Dopo circa 5 km, immersi in un paesaggio a forte vocazione agricola, si ritorna a Vo’ Vecchio.

Da dove partire: La partenza è prevista dal centro di Vo’ Vecchio, dove è anche possibile parcheggiare. Il percorso è prevalentemente asfaltato e senza particolari pendenze, fatta eccezione per un tratto leggermente più impegnativo tra Cinto Euganeo e Valnogaredo. Numerosi sono i luoghi in cui poter sostare e rifocillarsi, compresi agriturismi e trattorie tipiche.