Percorso 14 in Bicicletta: Tra Este e il Monte Lozzo: passeggiando in bicicletta lungo canali e navigli storici

Difficoltà: facile

Lunghezza: 29,1 km circa

Tempo previsto: 3 ore e 30 minuti circa

Lungo il versante sud-occidentale dei Colli Euganei il paesaggio si caratterizza da Este al Monte Lozzo per la marcata vocazione agraria. Il Canale Bisato demarca idealmente la geografia di quest’area: a est i piccoli centri abitati e le sinuose pendici dei colli, a ovest le distese dei campi coltivati, scanditi da un groviglio di canali lucenti.

itinerario14-6

Il toponimo Este (Ateste) sembra derivare dall’antico nome del fiume Adige (Athesis), che lambiva la cittadina fino alla catastrofica rotta della Cucca (589 d.C. circa), quando il suo corso cambiò radicalmente direzione, spostandosi più a sud. Il percorso parte dalla stazione; dopo circa 500 m, attraversando il ponte delle Grazie sul Canale Bisato, si può scorgere a destra l’antico porto fluviale. Si prosegue fino ad arrivare al Castello Carrarese, costruito nella prima metà del Trecento; oltrepassate la cinta muraria e Piazza Maggiore, si svolta a sinistra. Prima di deviare verso la piazza, chi fosse interessato potrà visitare l’importante Museo Nazionale Atestino, ricco di reperti archeologici sui Veneti antichi e sul periodo romano. Lasciato il centro si attraversa il ponte della Girometta e si segue l’argine destro del Canale Bisato per 2 km fino ad arrivare a uno snodo idraulico particolarmente intrigante. Qui infatti si affiancano e si intrecciano, grazie a una botte a sifone, ben tre corsi d’acqua: il Canale Bisato, il fiume Frassine e lo Scolo Lozzo. Superato il ponte si segue la pista ciclabile lungo il Bisato: al km 8 si incontrano l’abitato di Cinto Euganeo e l’interessante Museo Geopaleontologico di Cava-Bomba. Dopo circa 3 km si raggiungono le isolate pendici del Monte Lozzo, sulle quali sorge Lozzo Atestino, uno dei più antichi insediamenti della pianura veneta. Dal centro abitato si prosegue staccandosi dal Bisato e iniziando il periplo del monte. In posizione diametralmente opposta a Lozzo Atestino, sulle pendici occidentali del rilievo collinare, si trova il Castello di Valbona, eretto dai padovani e più volte distrutto nel corso delle guerre tra comuni e signorie. Oltrepassato il castello, si continua lungo la circonferenza basale del monte, affiancati dal condotto Valbona, fino a incontrare lo Scolo Lozzo, che intercetta perpendicolarmente il Valbona. Dirigendosi verso sud e tenendo lo scolo sulla sinistra, si pedala lungo una strada diritta in mezzo a campi intervallati da allevamenti di pollame e suini. Al km 21 ci si distacca dallo scolo Lozzo e si gira a destra lungo un viale alberato; si imbocca quindi la prima stradina a sinistra che, seguendo il serpeggiare del fiume Frassine, riporta al precedente snodo idraulico. Riprendendo la ciclabile dei Colli Euganei lungo il Canale Bisato si rientra a Este, lungo un percorso che consentirà di ammirare il questo antico e affascinante borgo storico da una prospettiva assolutamente inedita.

Da dove partire: L’inizio del percorso è previsto dalla stazione di Este (sulla linea Monselice-Mantova) per facilitare coloro che vogliano raggiungere la cittadina in treno. Per chi invece volesse arrivare con l’automobile, circa un centinaio di metri prima della stazione si trova un ampio parcheggio. Durante il percorso si incontrano numerosi luoghi in cui sostare e gustare i prodotti tipici dei Colli Euganei.