Percorso 7 a piedi: Un’oasi all’orizzonte: Ca’ Mello e il biotopo Bonello

Difficoltà: facile

Lunghezza: 11,5 km circa

Tempo previsto: 2 ore e 30 minuti circa

Itinerario pensato per chi desidera passeggiare tranquillamente in mezzo a una rigogliosa vegetazione, alla scoperta dell’antica foce del Po. Lungo il tragitto si potranno osservare e ascoltare diverse specie di uccelli. Immersi in un ricco scrigno di biodiversità, si resterà sorpresi dall’immancabile volo radente di un fagiano.

2 Scardovari542

L’oasi di Ca’ Mello è un’area paludosa di acqua dolciastra di circa 40 ettari. Situata nella parte meridionale dell’Isola della Donzella, è oggi un’area naturalistica di particolare importanza: dichiarata Sito di Importanza Comunitaria (SIC), è gestita dal 1999 da Veneto Agricoltura. La zona corrisponde all’antica foce di un ramo del Po (detto di Ca’ Mello), attivo per tutto l’Ottocento, ai cui lati si estendevano grandi valli ideali per la caccia e la pesca. Dopo l’alluvione del 1966 furono bonificate tutte le aree vallive attorno al biotopo Bonello e a Ca’ Mello, a eccezione del terreno oggi occupato dall’area naturalistica: garantendo l’ambiente umido tipico delle valli si è mantenuto inalterato, almeno in parte, un equilibrio unico di fauna e flora. Negli anni Ottanta del Novecento, a causa della messa in funzione dell’Idrovora di Ca’ Dolfin, il biotopo ha rischiato di scomparire: non arrivando più acqua dolce al suo interno, numerose piante tipiche degli ambienti asciutti avevano iniziato a colonizzare il bosco. In questo lembo di terra che si affaccia sul grande specchio d’acqua della Sacca di Scardovari, lambito a est dal Po di Tolle, a ovest dal Po di Gnocca (o Donzella) e a nord dal Po di Venezia, sono stati realizzati alcuni percorsi educativi, un centro visite e pannelli informativi; è stato inoltre possibile conservare questa nicchia ecologica importantissima per la fauna e la flora dell’area. Contiguo all’Oasi di Ca’ Mello è il Biotopo Bonello, relitto di una palude salmastra di circa 30 ettari, particolarmente affascinante per la grande biodiversità delle piante che vi si possono ammirare. La breve camminata permette di immergersi in un paesaggio vario, caratterizzato da una fitta vegetazione che contrasta fortemente con il territorio bonificato circostante. I colori della piante e in particolare il rosso fiammante della Salicornia, il richiamo delle Garzette o delle Anatre, l’avvistamento di un coloratissimo Fagiano o ancora l’ombra gentile di una Farnia rendono questa passeggiata piacevole e al tempo stesso istruttiva sull’ambiente delle aree umide che caratterizzano il Delta.

Da dove partire: All’Oasi è possibile parcheggiare presso i locali del centro visite. Per prenotazioni e visite guidate contattare il numero 049/8293920 oppure scrivere a: educazione.oasicamello@venetoagricoltura.org. Parco Regionale Veneto del Delta del Po 0426/372202. IAT Porto Tolle 0426/247276. IAT Porto Viro 320/4314300. IAT Rosolina 0426/326020. Ufficio Turismo e Cultura Provincia di Rovigo 0425/21530. Consorzio Turistico Delta del Po 0426/337824.